terzo annuncio Armonie 19

Si entra finalmente nel vivo di Armonie 19 – La Nona: ritorna l’evento dell’estate, l’attesissima “Lirica Silvestre” (di nostro fiero conio) curata da Domenico Menini:

Sabato 17 agosto ore 17.00

Sossai-Belluno – Arena Troi del Mut

L’elisir d’amore

selezione dall’opera

per canto quartetto d’archi e pianoforte

raccontata da Dario Turrini

a cura di Domenico Menini

la capienza è ridotta, ingresso a pagamento solo su prenotazione

intero € 13,00 – ridotto under 12 € 8,00

La biglietteria sarà disponibile a partire da giovedì 1 agosto tutti i giorni esclusa la domenica dalle 08:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:00 presso il Negozio Caffè Bristot – Via Rodolfo Psaro, 4 a Belluno

Una furtiva Lacrima era il suo cavallo di battaglia…

L’elisir d’amore, capolavoro di Gaetano Donizetti, prende vita in un mondo surreale in cui gli equilibri di comunità sono scossi dall’amore e dalla guerra.

Tra estasi e comicità, sogno e inganno, il grande ingranaggio del destino si presenta sotto le sembianze di un salvifico liquore.

Melodramma giocoso in due atti di Gaetano Donizetti su libretto di Felice Romani, L’elisir d’amore ruota attorno alle vicende dell’umile contadino Nemorino, innamorato di Adina ed incapace di dichiararsi. L’equilibrio viene bruscamente interrotto con l’arrivo di Dulcamara (il ciarlatano di Donizetti), che – fingendosi un dottore – vende a Nemorino un fantomatico elisir d’amore…

Fin dal suo apparire ebbe un grande successo, con trentadue repliche consecutive. A farla immediatamente amare è in particolare l’inventiva melodica donizettiana, che sposa a meraviglia la vena buffa dell’opera e che è talvolta velata di malinconia, in particolare, come detto, nell’aria più celebre.

Al Troi del Mut rivisiteremo l’opera attraversandola con una selezione delle arie accompagnati dall’attore Dario Turrini; grazie alla cura di Domenico Menini inoltre vi sveleremo i musicisti coinvolti: professionisti in attività in territorio nazionale e internazionale.

La zona poco sopra la frazione di Sossai compresa tra la strada bianca della Calmada e la valle di S.Giustina è caratterizzata dalla presenza di innumerevoli muri a secco a sostegno di altrettanti piani terrazzati che un tempo servivano alle magre coltivazioni. L’abbandono di queste terre difficili ha favorito la inesorabile progressione del bosco, che in pochi anni ha modificato il paesaggio facendo scomparire la particolare morfologia dei pendii coltivati. Dopo aver riaperto l’antico tracciato denominato “troi del Mut” in memoria all’ultimo sossaiese che ebbe cura di questi luoghi, è stato riscoperto e recuperato un sito di particolare suggestione, un luogo originariamente adibito a cava che venne poi trasformato a campetti terrazzati, abbandonato negli anni 70 del 900, è stato di recente riscoperto come area per manifestazioni culturali, perfetta per i nostri concerti, luogo ideale e unico nel suo genere per ospitare quella che noi definiamo “la lirica silvestre”.

Dopo il successo dell’edizione 2018 con lo spettacolo della Traviata che ha visto il teatro al completo, quest’anno, il gruppo di lavoro coordinato da Silvano De Salvador è impegnato a rendere ancora più bello e particolare il già magico sito del “teatro al Mut”, con una attenzione particolare alla sicurezza imposta dalle vigenti norme ed è per questo che (a malincuore) il numero degli spettatori viene limitato a 200 persone.

ALTRE INFO

L’acceso al teatro al Mut sarà possibile solo attraverso una passeggiata di circa 45 minuti, i dettagli del percorso, le modalità di acquisto biglietti, la descrizione dello spettacolo verranno comunicati attraverso le prossime pubblicazioni e locandine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...