Sesto ed ultimo annuncio Armonie 2019

Vaia… ci è sembrato necessario chiamare Loro all Buss del Buson

01/09/2018

Belluno – Valli di Bolzano Bellunese – Buss del Buson

Dalle 15:00 alle 17:00

Belluno Alza La Voce -Piccola delegazione al Buss del Buson

Alessandro Casol, Davide De Faveri, Andrea Albano, Alex Martello, Fabio Reolon & Luca Ventimiglia 

Il Buss del Buson e il suo bellissimo sentiero ad anello: un posto che abbiamo imparato ad amare e del quale, a Belluno, abbiamo imparato a vantarci ed a raccontarlo.

Il Buss del Buson è stato ed è, la cassa di risonanza di Armonie e di un orgoglio territoriale che da nove anni cerchiamo di esprimere con la musica.

Il Buss del Buson ed il suo bellissimo sentiero ad anello, dopo Vaia, non sarebbero più accessibili, se non grazie al lavoro dei volontari di Bolzano Bellunese che hanno passato l’inverno e la primavera con la motosega in mano.

Stesso dicasi per tutti i sentieri delle valli di Bolzano Bellunese.

Abbiamo convocato i ragazzi del bellissimo progetto Belluno Alza la Voce perché ci sembrava necessario e una delegazione composta dagli ideatori ed autori del brano verrà a cantare questa canzone così significativa in mezzo a quello che resta degli schianti.

È soprattutto al patrimonio della loro creatività che vogliamo dare voce questa volta.

E poi parleremo, e quest’anno lasceremo da parte i temi a noi cari dell’archeologia e della geologia: convochiamo i volontari, il CAI, gli Usi Civici, i ragazzi della Velenosa, chi si occupa di montagna e del territorio per dirci, tra di noi, la fatica e l’importanza di alzare la voce.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è alziamo-la-voce-1.png

Belluno alza la voce è un brano scritto, cantato e suonato da circa 50 artisti bellunesi.
È un progetto di raccolta fondi per il territorio della provincia di Belluno messo a dura prova dal maltempo.
È un’idea di Alessandro Casol, Davide De Faveri e Andrea Albano, subito accolta da tanti amici cantanti, musicisti e professionisti.
È una canzone che noi artisti bellunesi abbiamo voluto realizzare perché ci sentiamo in dovere di fare la nostra parte. Non saremo forse capaci di usare motoseghe e pale, o di ricostruire in prima persona quello che vento e pioggia hanno distrutto, ma vogliamo comunque aiutare la provincia di Belluno dando un messaggio forte. È importante rialzare la testa e comunicare al mondo che siamo ancora qui. Crediamo fermamente che quanta è la quantità di fango riversatasi sulle nostre case, tanta è la quantità di fango che opprime le menti e i cuori di tutti noi, e che spinge per uscire. E per questo tipo di fango non c’è pala che tenga, ma amore, conforto e speranza ed è questo che Belluno alza la voce vuole raccontare e trasmettere.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è sentiero-interrotto.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è comunicato-usi-civici_n.jpg

“Non possiamo come Comitato Frazionale che ringraziare sottolineando l’attaccamento alle nostre zone da parte di tutti quei volontari che si sono succeduti in questi mesi, per consentire, con l’apertura della stagione escursionistica, la transitabilità nei sentieri che solcano il nostro territorio….Nota dolente é che al momento si sono sentite solo promesse da parte degli Enti, ma nessun Euro per le spese vive affrontate dai volontari e dalle associazioni, sia chiaro, ringraziamenti e congratulazioni sono sempre ben accettate, ma come si dice , “da soli no i conza la salata”.

con la cura di

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è cai.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è donatorisangue-1.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è nuovaricreativa-copia.jpg

ALTRE INFO

La passeggiata è agevole anche se prevede una discesa e risaltita su sentiero di sassi; normalmente richiede un’oretta ma in caso di musica dura un po’ di più;
Dal parcheggio al piazzale Piazzale Toni Hiebeler (via Pra de Luni nei pressi della pescicoltura e ristorante al Mulino) le navette partiranno alle 13:45 e l’attacco del sentiero a Case Bortot è altrimenti raggiungibile con 20 min. di passeggiata.

I partecipanti devono valutare autonomamente se il genere di percorso è confacente alle proprie capacità, l’organizzazione, non potendo valutare le capacità dei partecipanti, declina ogni eventuale responsabilità ad essa collegata. I partecipanti dovranno dotarsi di equipaggiamento adeguato

Il servizio navette è un servizio organizzato dalle associazioni di Bolzano Bellunese per non intasare la strada stretta e piena di curve per Case Bortot dove il parcheggio non è molto. Con questo servizio cerchiamo di rendere la fruizione della giornata migliore per tutti. Le navette collegheranno il piazzale a Case Bortot e naturalmente troverete volontari e indicazioni ad accogliervi. Per chi volesse raggiungere Case Bortot a piedi, la passeggiata dura una ventina di minuti. Grazie per la collaborazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...